bseo

Cosa ne penso io?

aggiornato al 14 giugno 2020

14/06/2020 - Colao parla del prossimo futuro, interessante il riferimento alle "serrature delle porte", da 0.40'' a 0.45''

il 5G, come tutte le tecnologie/nuove scoperte, può essere adoperato in maniera utile e "positiva" (es. l'energia nucleare a scopi civili) o "negativa" (es. la bomba atomica su Hiroshima e Nagasaki per fare strage di vite umane e straziarle a distanza di decenni ([1.1]) Nel video citato ci sono due previsioni (che reputo tecnologicamente fattibili, se non nel breve, nel medio periodo):

  1. Possibilità tecnologica di iniettare da remoto nel nostro corpo sostanze mediche
  2. Possibilità tecnologica di chiudere e aprire da remoto le porte
Sulla prima previsione mi e' chiara la criticita' del bivio "positivo vs negativo" citato sopra:
  1. Se queste sostanze chimiche saranno medicinali per pazienti (es. diabetici che mediante nanotecnologie riceverebbero direttamente nel loro sangue i farmaci necessari) sara' un utilizzo positivo senza se e senza ma.
  2. Se queste sostanze chimiche saranno, ad esempio, inibitori sessuali resosi necessari dal distanziamento sociale prolungato oppure sostanze chimiche per sedare manifestanti contro le direzioni del governo, sara' un utilizzo che io vedo piu' negativo che positivo (discutibilmente).
  3. Se queste sostanze chimiche saranno dei puri veleni per uccidere (o rendere una persona un "paziente permanente"([1.2])) allora sara' un utilizzo negativo senza se e senza ma.
Nota di colore: il riferimento alle porte elettriche mi ha fatto sorridere amaro perche' mentre mi e' chiara l'importanza critica e la rilevanza sociale su scala mondiale dell'inoculazione di sostanze mediche nel proprio corpo da remoto, la chiusura delle porte da remoto mi era sembrato un assoluto dettaglio, che non diventa tale ma si trasforma in qualcosa di piu' significativo solo se lo si interpreta una cosa del tipo "nel momento in cui il Sistema viene a conoscenza che tu sei una persona pericolosa per il Sistema stesso, ti chiudo da remoto in casa e ti permettero' di uscire solamente quando il Sistema ha stabilito che tu non sei piu' una persona pericolosa per il Sistema stesso"; lascio alla fantasia dei miei 22 lettori il pensare quando una persona/corpo puo' essere considerata dal Sistema un pericolo per il Sistema stesso.

Concludo qui questa mia disquisizione sottolineando come la decisione al bivio dell'utilizzo "positivo vs negativo" potra' essere presa con gi strumenti classici delle democrazie occidentali nella "vecchia normalita'" (che per approssimazione potrebbero essere identificati come "il Parlamento nazionale con i rappresentanti del popolo liberamente eletti dal popolo stesso"), oppure con strumenti inediti (es. Task Forces esterne, Stati Generali, e via discorrendo in strumenti innovativi che pero' e' chiaro che potrebbero andare a sostituire gli strumenti classici). Sul "Cosa ne penso io?" tra i due diversi strumenti di cui sopra, rimando chi mi legge ad un'altra volta :-)

Note

[1.1] Non entro qui nel merito del discorso "Hiroshima e Nagasaki sono state anch'esse positive, perche' hanno accelerato il termine della guerra che avrebbe portato ancora piu' morti e sofferenze di quante provocate dalle morte stesse", perche', pur io non negandone a priori la possibilita', se non ci si trova d'accordo nemmeno sull'affermazione "una tecnologia puo' essere adoperata positivamente o negativamente" (al netto dell'appropriatezza degli esempi), significa che non c'e' alcun terreno di confronto tra me e chi mi legge, tanto vale chiuderla qui.

[1.2] Per "paziente permanente" intendo dire una persona/corpo che per tutta la sua vita' sara' affetto da una qualche malattia cronica che necessitera' quindi non una cura (impossibile, data la cronicita') che risolva il problema, ma di un terapia a vita che stabilizzi ed eviti il peggioramento della malattia stessa.